B SMART 2018-05-28T16:24:59+00:00

B SMART

PROGETTARE E COSTRUIRE EDIFICI E CASE IN LEGNO, RISPETTANDO L’AMBIENTE

La sostenibilità non può che essere olistica

LA FILOSOFIA

Perchè essere sostenibili vuol dire ridurre l’impronta ecologica e cioè utilizzare le risorse che il pianeta terra ci mette a disposizione con cura, parsimonia e grande rispetto. Dal 1992 si è consapevoli che se il pianeta terra deve essere in grado di ospitare l’umanità dei secoli futuri, le risorse devono essere maggiormente protette.

La visione olistica della sostenibilità prevede che ci sia:

  • Protezione dell’atmosfera (riduzione emissioni CO2)
  • Concezione integrata della pianificazione e della gestione delle terre (dal complesso residenziale al quartiere)
  • Lotta contro il disboscamento (utilizzo di materiali rinnovabili da forestazione gestita)
  • Gestione degli ecosistemi fragili
  • Promozione di uno sviluppo agricolo e rurale sostenibile
  • Conservazione della biodiversità
  • Gestione ecologicamente razionale delle biotecnologie
  • Protezione degli oceani, mari e delle zone costiere
  • Gestione ecologicamente razionale delle sostanze chimiche tossiche, dei rifiuti, dei rifiuti tossici, di quelli solidi, delle acque inquinate e dei rifiuti radiottivi

Il tema della sostenibilità nelle costruzioni risale alla fine degli anni settanta, promossa in alcuni paesi europei particolarmente sensibili al tema del rispetto ambientale quali la Germania, Olanda, Scandinavia e Austria.

Inizialmente si trattava solo di scegliere materiali più naturali e salutari (bioedilizia) prediligendo materiali rinnovabili. Successivamente, si inizia a dar valore alla Bioarchitettura, ovvero a quella parte della progettazione architettonica che mette al centro del proprio lavoro creativo l’uomo e le sue esigenze in relazione all’ambiente costruito e all’ambiente circostante.

Questo impegno implica un’importante multidisciplinarietà anche nella progettazione e costruzione, affinchè gli edifici siano sempre più performanti, in grado di garantire il comfort al quale siamo abituati, senza per questo depauperare l’ambiente.


COSTRUIRE A MINIMO IMPATTO AMBIENTALE

Costruire a minimo impatto ambientale è un approccio innovativo sotto tutti gli aspetti, dalla formulazione delle richieste al progetto, dalla costruzione alla gestione dell’edificio.

La progettazione integrata è il primo passo fondamentale: è l’approccio interdisciplinare al progetto che coinvolge fin da principio tutti gli elementi che concorrono al raggiungimento degli obiettivi di performance. Esso consente di razionalizzare il processo equilibrando comfort degli utenti, rispetto dei luoghi, gestione dell’acqua e dell’energia, controllo dei costi. L’uso di materiali locali, il design che favorisce l’appropriazione dello spazio e risponde ai cambiamenti nella natura dei nuclei familiari o dei luoghi di lavoro, favoriscono una nuova dimensione sociale.

La progettazione bioclimatica basa le scelte relative alla forma dell’edificio, al sito, all’orientamento e alla definizione spaziale sulla valutazione di alcune caratteristiche del luogo: clima, direzione dei venti dominanti, conformazione del suolo, esposizione solare e vista.

Dal punto di vista funzionale dell’edificio, si predilige il raggruppamento di ambienti a seconda della loro funzione ottenendo così significativi risparmi sia in riscaldamento che in illuminazione.

Utilizzare il solare passivo per il riscaldamento riduce la dipendenza degli edifici da impianti costosi ed energivori, senza significativi extra-costi.

In inverno, primavera ed autunno il miglior uso del guadagno solare passivo lo si può ottenere:

  • Tramite vetrature adeguate
  • Presenza di elementi ad elevata inerzia termica
  • Ottimale isolamento dell’involucro

In estate, il surriscaldamento causato dall’eccesso di guadagno solare può essere evitato da:

  • Apposite schermature orientabili
  • Utilizzo di vetri performanti
  • Ventilazione naturale
  • Attento studio del verde e della disposizione delle piante

Utilizzare il solare passivo per il riscaldamento riduce la dipendenza degli edifici da impianti costosi ed energivori, senza significativi extra-costi.

In inverno, primavera ed autunno il miglior uso del guadagno solare passivo lo si può ottenere:

  • Tramite vetrature adeguate
  • Presenza di elementi ad elevata inerzia termica
  • Ottimale isolamento dell’involucro

In estate, il surriscaldamento causato dall’eccesso di guadagno solare può essere evitato da:

  • Apposite schermature orientabili
  • Utilizzo di vetri performanti
  • Ventilazione naturale
  • Attento studio del verde e della disposizione delle piante

Le strategie bioclimatiche sono normalmente associate all’utilizzo di sistemi di auto-produzione di calore o energia come:

  • i pannelli solari per  riscaldare l’acqua
  • i pannelli fotovoltaici per produrre energia
  • il geotermico abbinato alla pompa di calore
  • il mini eolico
  • energia dal legno (sfrutta gli scarti delle lavorazioni del legno)

L’acqua è un bene sempre più prezioso, che spinge anche nel settore residenziale ad un minore spreco attraverso:

  • il recupero dell’acqua piovana (utilizzandola per irrigare, acqua sanitaria, lavatrice – riduzione utilizzo  di acqua potabile del 30% circa)
  • l’impiego di elettrodomestici a basso consumo di acqua
  • la depurazione naturale delle acque grigie
  • la realizzazione di tetti verdi

Nella progettazione bioclimatica, il tetto verde acquisisce un’importante valenza in quanto:

  • garantisce un isolamento termico ideale
  • garantisce un isolamento acustico ideale
  • la vegetazione è un filtro naturale per le polveri
  • contribuisce a regolare il microclima, garantendo un comfort ideale
  • si ripristina, a livello di copertura, l’area verde occupata dall’edificio

Nella progettazione bioclimatica, un ruolo importante è dato da un’accurata progettazione paesaggistica. Infatti, oltre a rispondere ad esigenze di carattere estetico e di privacy, una progettazione attenta della disposizione delle piante e di eventuali specchi d’acqua permettono:

d’estate di

  • proteggere l’edificio dal riscaldamento solare eccessivo
  • raffrescare l’aria grazie al processo di evaporazione della superficie dello specchio d’acqua

d’inverno

  • lo specchio d’acqua – se posizionato in maniera adeguata rispetto all’edificio- può prolungare significativamente la quantità di luce naturale che illumina l’edificio
  • può riflettere i raggi solari così da aumentare l’irraggiamento e la captazione di calore

L’utilizzo di piante autoctone, la realizzazione di un giardino filtrante per aumentare il recupero dell’acqua piovana, l’utilizzo di sistemi di fito-depurazione per lo specchio d’acqua, permettono di ricreare ideali equilibri di flora e fauna.

Fondamentale l’ottimizzazione delle prestazioni dell’involucro dell’edificio. Le costruzioni in legno si distinguono per un impatto ambientale estremamente ridotto infatti:

  • hanno un basso consumo energetico di lavorazione
  • hanno un basso consumo energetico durante la fase di costruzione
  • hanno un ridotto consumo di acqua durante la fase di costruzione
  • hanno una limitata emissione di C02 durante la fase di costruzione
  • il legno è un materiale rinnovabile
  • grazie ad un attento studio della stratigrafia della parete si ottengono performance ottimali (classe A, A+, passiva)

Inoltre, le costruzioni in legno permettono tempi di costruzione significativamente più brevi, e, a seconda dei sistemi costruttivi adottati (a telaio o XLM) la massima libertà progettuale o l’utilizzo di moduli assemblabili in infinite combinazioni.

La domotica oggi può trasformare un edificio in una struttura intelligente che reagisce in maniera autonoma rispetto alle condizioni climatiche ambientali esterne, in grado di gestire in maniera efficiente le risorse a disposizione e precisamente:

  • gestendo in maniera integrata tutti gli impianti di autoproduzione
  • gestendo in maniera opportuna i sistemi oscuranti
  • gestendo il comfort abitativo interno
  • gestendo il sistema d’illuminazione
  • gestendo il sistema di recupero e riuso dell’acqua

LA TECNICA

CRESCERE DALLE RADICI: EDIFICI E CASE IN LEGNO


Avendo messo al centro della filosofia aziendale l’uomo e l’ambiente, non poteva essere che il legno l’anima dei nostri edifici e case in legno. Materiale rinnovabile per eccellenza, è una scelta ottimale anche dal punto di vista della sicurezza antisismica, grazie alla sua elevata resistenza, deformabilità e flessibilità.

Esistono vari sistemi costruttivi in legno, che rispondono ad esigenze diverse. TheZeB ha scelto di proporre ai propri clienti quattro soluzioni:

  • le costruzioni in legno a telaio
  • le costruzioni in XLAM
  • le costruzioni a sistema misto
  • le costruzioni modulari

GLI EDIFICI IN LEGNO A TELAIO PER PROGETTI SU MISURA

Il sistema costruttivo in legno a telaio consiste in strutture portanti in legno lamellare di grossa sezione ancorate alla platea tramite staffe metalliche. I tamponamenti sono realizzati a secco e montati in cantiere. Gli isolamenti, esterni ed interni, sono in materiali naturali quali per esempio il sughero o la fibra di legno. Il tetto è ventilato, e la platea, realizzata in c.a. ha al proprio interno degli igloo che servono per disperdere l’eventuale gas radon presente nel terreno e per areare la platea garantendo così una costruzione sana e senza alcun problema di umidità.

Il vantaggio di questo sistema è che offre la massima libertà progettuale, garantendo, tempi di costruzione certi e rapidi. L’attenzione progettuale riposta in ogni singolo dettaglio architettonico rende ogni progetto unico.  L’interdisciplinarietà del team garantisce una spiccata personalizzazione delle caratteristiche bioclimatiche, energetiche, strutturali ed impiantistiche. Operando in questo modo si ottiene la massima armonia tra estetica, prestazionalità ed investimento economico.

GLI EDIFICI IN XLAM

Con questo sistema costruttivo prefabbricato, il sistema portante è perimetrale. Le pareti sono composte da legno lamellare sagomate, forate e predisposte in fabbrica, per un rapido montaggio di cantiere e un contenimento dei costi di manodopera.

Il sistema permette di realizzare edifici a più piani fuoriterra con luci e sporti di grandi dimensioni, garantendo sempre la massima sicurezza antisismica.

GLI EDIFICI A SISTEMA MISTO

Il sistema costruttivo misto viene proposto per quegli edifici che richiedono soluzioni architettoniche particolari, come grandi sporti esterni, tipici delle architetture contemporanee.

Come sistema, esso abbina i vantaggi del sistema costruttivo a telaio (libertà progettuale) e quelli del sistema ad XLAM (particolari richieste tecnico-strutturali).

GLI EDIFICI MODULARI

Gli edifici modulari da noi proposti si distinguono per un elevata qualità di prodotto che si sviluppa attorno ad un componente di base che può essere ampliato, abbinato, disgiunto, sovrapposto in infinite soluzioni, modificabili nel tempo a seconda delle esigenze funzionali.

La modularità enfatizza l’aspetto dinamico della fase progettuale, si adegua alle esigenze dell’utente finale e permette nel contempo un’importante ottimizzazione dei materiali usati con una sensibile riduzione degli scarti. Infatti la prefabbricazione dei moduli componibili è ottimizzata in funzione della dimensione e dei materiali impiegati.

La modularità favorisce la diminuzione delle tempistiche realizzative e la certezza dei costi.

I MATERIALI

MASSIMO RISPETTO DELL’AMBIENTE PER I NOSTRI EDIFICI E CASE IN LEGNO


TheZeB si è data l’impegno di rispettare al massimo l’ambiente. Per questo motivo i materiali da noi utilizzati per la realizzazione degli edifici e case in legno devono:

  • essere reperibili a breve distanza (i percorsi di trasporto brevi riducono le emissioni di CO2);
  • provenire da foreste certificate per una gestione sostenibile della foresta stessa;
  • utilizzare materiali d’isolamento preferibilmente naturali (sughero, fibra di legno, cellulosa);
  • utilizzare colle prive di formaldeide;
  • non utilizzare vernici tossiche;
  • recuperare materiali esistenti (esempio le pietre di scarto per i camminamenti in giardino, riutilizzo di piante esistenti sul terreno dove si costruisce);
  • riciclo di materiali (per esempio utilizzo di ceramiche ottenute dal vetro riciclato, utilizzo di alluminio riciclato).

I SERVIZI

TheZeB srl  offre al proprio cliente un servizio chiavi in mano completo e curato in ogni suo dettaglio.

Dalla progettazione ex-novo, allo studio di una ristrutturazione o di un ampliamento, nella nostra progettazione applichiamo i principi della bioarchitettura e un attento studio bioclimatico dell’edificio.

Ingegnerizzazione del progetto architettonico.

Studio, progettazione e realizzazione degli impianti dell’edificio in relazione agli obiettivi di performance ricercati.

Studio, progettazione, selezione e fornitura delle finiture, degli arredi e degli accessori; per gli arredi, accompagniamo i clienti presso gli show-room aziendali per la scelta, ottenendo soluzioni economiche particolarmente interessanti. Infine, per assicurare un servizio completo, gestiamo ordine e montaggio degli arredi scelti.

Illuminotecnica funzionale e scenografica.

La progettazione dell’edificio non è completa se non si affianca anche ad uno studio paesaggistico del contesto. Così facendo si riescono a migliorare le performance dell’edificio, garantire una privacy ottimale e armonizzare al meglio il costruito con l’ambiente circostante.

Il progetto viene presentato corredato di piante, sezioni e varie viste rendering dell’edificio.

Gestione del cantiere, della sicurezza.

Un nostro incaricato sarà presente sul cantiere giornalmente per attività di verifica, controllo di tutte le forniture e di tutte le lavorazioni. Sarà inoltre a disposizione del cliente per qualsiasi richiesta sorta durante i lavori in loco.

Il responsabile di cantiere gestisce tutti gli aspetti legati alla sicurezza in cantiere.

Assistiamo il cliente nella gestione di tutte le pratiche burocratiche necessarie fino all’ottenimento della concessione edilizia. Ottenimento di tutte le certificazioni richieste per legge.